TRIPPETTA Fabio

Docente
Ricercatore
telefono: 
(+39)064991 4151
edificio: 
Geologia-Mineralogia
stanza: 
320

Breve Curriculum Vitae
Dicembre 2011-oggi - Ricercatore Universitario per il settore scientifico disciplinare GEO/03 presso il Dipartimento di Scienze della Terra dell’Università “La Sapienza” di Roma
Gennaio 2011 - Riceve la menzione d’onore al premio “Ramsay Medal 2011” per il suo lavoro: Physical properties of the Central Italy seismogenic layer: a comparison between borehole and outcrop samples of Triassic Evaporites.
Dicembre 2010 - Vince il premio “Gustavo Sclocchi Thesis Award 2010” di 2.400 € per la sua tesi di dottorato nell’ambito del concorso per tesi organizzato da SPE (Society of Petroleum Engineers - Italian Section), EAGE (European Association of Geoscientists & Engineers) e Assomineraria (Associazione Mineraria Italiana - Hydrocarbon and Geothermal Sector).
Luglio 2010 – Dicembre 2011 - Titolare di un assegno di ricerca per lo svolgimento di un progetto di ricerca presso il Dipartimento di Scienze della Terra dell’Università degli Studi di Perugia in collaborazione con ENI; dal titolo “Modellazione geologica del sottosuolo finalizzata all'individuazione e sviluppo delle risorse energetiche”.
Febbraio 2010-Agosto 2010 - Tutor per il corso: “Integrated Petroleum Geosciences Course (IPGC)” tenuto presso l’Università degli Studi di Perugia in collaborazione con Eni Corporate University. Il corso, dedicato ad impiegati Eni provenienti da Angola Nigeria e Congo, ha avuto una durata complessiva di 7 mesi.
Febbraio 2010 - Consegue il Dottorato di ricerca in Scienze della Terra e Geotecnologie presso l’Università di Perugia discutendo una tesi dal titolo: “The non-conventional seismogenic layer of the Northern Apennines (Italy): physical properties of Triassic Evaporites and their relation to crustal scale data”
Febbraio-Marzo 2007 , Gennaio- Febbraio 2008, Febbraio-Marzo 2009 - Si reca a Londra dove lavora al suo progetto di ricerca sulle Evaporiti Triassiche effettuando prove di laboratorio tramite la collaborazione con il Prof. P.G. Meredith dell’ University College of London e il Dott. S. Vinciguerra dell’Istituto Nazionale di Geofisica e Vulcanologia di Roma.
Settembre 2007 - Vince lo 'Young Researcher financial support” per partecipare alla Euro‐Conference of 'Rock Physics and Geomechanics' on Natural hazards: thermo-hydro- ‐mechanical processes in rocks in Erice, Sicilia (25-30 Settembre 2007)
Gennaio 2007 - Consegue l’abilitazione all’esercizio della professione di geologo (Iscrizione N. 488 Albo regionale Umbria).
Novembre 2006 - Vince una borsa di studio della durata di tre anni per il dottorato in scienze della terra e geotecnologie presso l’Università degli Studi di Perugia.
Aprile 2006 - Vince una Borsa Post Lauream della durata di 6 mesi per lo svolgimento di un progetto di ricerca presso il Dipartimento di Scienze della Terra dell’Università degli Studi di Perugia; dal titolo “Modelli meccanici di fagliamento in 3D ed applicazioni al contesto geologico dell’Appennino settentrionale”.
Dicembre 2005 - Si laurea in Scienze geologiche (110/110). Titolo della tesi “Uso della Slip Tendency come metodo per definire l’applicabilità della teoria della riattivazione alle sequenze di aftershocks: i terremoti di Colfiorito 1997 e Izmit 1999”; relatore: Dott. Cristiano Collettini

Ricerca

INTERESSI DI RICERCA
La mia attività di ricerca è iniziata nel campo della modellazione meccanica delle faglie applicata a diverse sequenze sismiche di aftershocks per verificare l’influenza del tensore dello sforzo nella fase post-sismica. Successivamente ho applicato la modellazione meccanica allo scopo ricavare le condizioni di sforzo data l’orientazione delle faglie e le relative implicazioni per quanto riguarda il ruolo della pressione dei fluidi all’interno del livello sismogenetico durante il fagliamento. Occupandomi quindi della meccanica del livello sismogenetico, che per l’Appennino Settentrionale è rappresentato dalle Evaporiti Triassiche, ho svolto il mio dottorato di ricerca misurando le proprietà fisiche e meccaniche delle Evaporiti tramite esperimenti di laboratorio sia su campioni di pozzo che di affioramento. Lo scopo era integrare i dati di laboratorio con quelli alla scala crostale confrontandoli con i dati ottenuti dal rilevamento geologico condotto nelle aree dell’Umbria occidentale e della Toscana, al fine di caratterizzare quantitativamente le proprietà del livello sismo genetico delle Evaporiti Triassiche. Attualmente mi sto occupando della possibilità di stoccaggio di CO2 in profondità con particolare attenzione al ruolo giocato dalle faglie nella trasmissione dei fluidi, e contemporaneamente sto lavorando alla realizzazione di un programma che permetta il calcolo delle condizioni di stress che agiscono sui piani variamente orientati nello spazio. La mia attività di ricerca è quindi essenzialmente mirata allo studio della meccanica delle rocce con particolare attenzione alle condizioni che portano all’enucleazione dei terremoti e alla conseguente variazione delle caratteristiche fisico-meccaniche delle litologie coinvolte durante l’intero ciclo sismico.
TECNICHE
Rilevamento geologico strutturale
Prove di deformazione Triassiali e Uniassiali
Registrazione delle emissioni Acustiche durante la deformazione dei campioni (micro terremoti)
Prove di permeabilità e misure di velocità ad elevate pressioni di confinamento utilizzando celle di pressione ovvero “Permeametri”
Misure di velocità da banco e misure di anisotropia sismica
Analisi di densità delle fratture con l’utilizzo del microscopio elettronico a scansione (SEM e feSEM).
AREE DI STUDIO
Italia Centrale, in particolare Appennino, Umbria e Lazio e Toscana, Iran, Marte.

Didattica

Petroleum System Modeling (II anno Geologia di Esplorazione)

Curriculum Vitae: 
Curriculum Vitae Inglese: 
Elenco pubblicazioni: